Skip to content Skip to footer

Le 7 competenze principali che un vero Social Media Manager ha, ma tuo cugino probabilmente no

Quella del Social Media Manager rappresenta ormai una figura fondamentale per la gestione dei canali social di un’azienda (o di un professionista 😏), ma è evidente che per svolgere il suo lavoro in modo efficace debba possedere alcune competenze specifiche. Quali? Scopriamole insieme.

Conoscenza dei principali social network

Il Social Media Manager deve conoscere a fondo tutte le principali piattaforme social, come ad esempio Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, YouTube, TikTok ecc. Solo così potrà scegliere quali piattaforme sono più adatte a ogni cliente, andando poi a creare contenuti efficaci e mirati per ognuna di esse.

Capacità di creare contenuti

La cosa ideale sarebbe che il Social Media Manager fosse in grado di creare contenuti ad hoc per ogni piattaforma, in grado di catturare l’attenzione del pubblico ma soprattutto di comunicare efficacemente il messaggio dell’azienda.

Capacità di analisi

Il Social Media Manager deve allo stesso tempo essere in grado di analizzare i dati e le metriche delle campagne di comunicazione sui social, per capire cosa funziona e cosa no, e per apportare eventuali modifiche per migliorare i risultati.

Conoscenza dei principali strumenti di gestione social

Il social media manager deve conoscere a fondo tutti gli strumenti di gestione dei social, come ad esempio Hootsuite, Buffer, Sprout Social ecc., utili a gestire in modo efficace – e professionale – i canali social dell’azienda.

Capacità di gestire le interazioni con il pubblico

Il Social Media Manager deve essere in grado di gestire le interazioni con il pubblico sui social, rispondendo alle domande e ai dubbi dei clienti, gestendo eventuali critiche o reclami, e creando una relazione di fiducia con il pubblico.

Creatività

Il Social Media Manager deve essere in grado di pensare in modo creativo e innovativo, per creare contenuti originali e differenziati rispetto alla concorrenza.

Conoscenza del target di riferimento

Questo è forse l’aspetto più importante: è bene, infatti, che il Social Media Manager conosca a fondo il target di riferimento dell’azienda, per creare una comunicazione mirata e efficace che possa raggiungere il pubblico giusto. Come farlo? Nel lavoro di analisi strategica preventiva, che viene fatto prima di cominciare a calendarizzare i contenuti.

Perché, se non sappiamo chi ci sta ascoltando, come possiamo capire quale storia raccontare?

In sintesi, un Social Media Manager deve essere un professionista completo, in grado di gestire tutti gli aspetti della comunicazione sui social, dalla creazione dei contenuti alla gestione delle interazioni con il pubblico. Contribuendo così, in modo significativo, al successo dell’azienda sui social network.

Leave a comment